Dall’io al noi. Tempo di cambiare.

Stiamo attraversando un periodo di ombre e di luci. Le ombre sono le nuvole nere del dolore, della perdita e della catastrofe. Le luci sono le persone coraggiose sul campo, le persone che continuano a tenere in vita anche adesso, la cultura, l’equilibrio mentale, non ultima la sopravvivenza.

Inutile elencarli tutti, da chi effettua consegne a domicilio, fino all’ultimo medico in prima linea con il volto segnato dalla maschera protettiva, credo che ognuno di noi possa, anzi abbia il dovere indiscutibile di essere grato. Come scrissi già da tempo, la pratica quotidiana della gratitudine credo, che a maggior ragione ora, sia importante. C’è ancora una domanda fondamentale su cui riflettere: cosa sto facendo per gli altri? Stare in casa, per esempio, è un’azione che pensi di fare per gli altri, o la vivi come un obbligo? Forse questa clausura obbligata ti fa credere che non puoi fare un granché? Ti metto in elenco alcuni punti di riflessione.

  1. Stai in contatto con gli altri. Chiama gli amici, i parenti, usa le videochiamate e soprattutto parla con le persone sole. Perché è giusto? Un po’ del tuo tempo può cambiar loro la giornata.
  2. Parla bene. Evita di aumentare il dramma, creare tensione, fissarti su notizie non verificabili. Perché è sbagliato? Peggiora gli stati d’animo, crea senso di solitudine e tristezza. Se vuoi informare, diffondi notizie attendibili e verificabili. A questo proposito consiglio di seguire le comunicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, per avere il quadro aggiornato della situazione.
  3. Diversifica gli argomenti. Mi sento giornalmente con persone a rischio per patologie pregresse e quello che faccio è parlare di vita. Ricette, politica, arte, libri, qualsiasi cosa che appartiene alla vita va bene. Perché fa bene? Migliora l’umore e la prospettiva del futuro.
  4. Fidarsi invece di fissarsi. La storia insegna che le avversità prima o poi si superano, inutile fissarvi il pensiero drammaticamente tutti i giorni. Abbi fiducia e infondila agli altri con un atteggiamento sostenitivo ed equilibrato. Perché? La scienza ci dice che un atteggiamento fiducioso abbatte lo stress.
  5. Puoi aiutare invece di criticare. Ho assistito a scene in cui le persone litigavano per la fila, o giudicavano i comportamenti di questo o quello. Considera questo, invece di metterti contro, puoi aiutare. Puoi consegnare la spesa a una persona anziana, per esempio, prendendo le adeguate precauzioni. Perché? Aumenta la tua autostima con il coraggio e l’altruismo.
  6. Musica invece di rischi. Evita attività per cui ci sia il rischio di un incidente domestico. Gli ospedali sono sovraccarichi. Leggi, ascolta musica, fa’ stretching. Perché? Attività gradevoli allentano lo stress, aumentano la consapevolezza corporea e diminuiscono i rischi di incidenti.
  7. Mangia di meno, nutriti bene. Saccheggiare i supermercati privando i più deboli della possibilità di rifornirsi è un comportamento incivile. Stando in casa puoi tenerti in forma anche mangiando un po’ di meno e mangiando cibi sani. Perché? Dobbiamo pensare a condividere invece di accaparrare, sempre e in particolare modo ora.
  8. Se hai figli ricorda che sei un esempio ai loro occhi. I figli sono il futuro del mondo, proprio ora puoi insegnarli a gestire l’avversità con saggezza. Perché? Saranno loro ad ereditare il futuro e ad affrontarlo con le risorse emozionali e mentali che tu gli trasmetti

Informo inoltre che l’associazione Artemisia Onlus resta aperta per i monitoraggi gratuiti alle future mamme. Leggi qui: Articolo del Corriere Roma

Il Centro Italiano wingwave garantisce la continuità dei percorsi di Coaching e degli impegni professionali presi. Con il Coaching online si prosegue per tutti coloro che desiderano portarsi avanti nella crescita.

Altre iniziative rivolte ai genitori sono in pista.

Sposta anche tu l’obiettivo dall’io al noi

Teresa Burzigotti

seguici su:

Ti piace il wingwave? Passa parola :) grazie

RSS
Follow by Email
LinkedIn
Share
YouTube
Twitter
Visit Us
Follow Me
Instagram
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: